Scopri questo podcast e tanto altro ancora

I podcast sono disponibili gratis, senza abbonamento. Offriamo anche e-book, audiolibri e tanto altro ancora a soli $11.99/mese.

Episodio 10 - 23/2/2021

Episodio 10 - 23/2/2021

DaWhat's Up Tuscany


Episodio 10 - 23/2/2021

DaWhat's Up Tuscany

valutazioni:
Lunghezza:
5 minuti
Pubblicato:
23 feb 2021
Formato:
Episodio podcast

Descrizione

1) STUDENTE MORTO, IPOTESI GIOCO ALCOOLICO2) TURISMO ESTIVO, TORNANO I TURISTI?3) MATRIMONI QUASI DIMEZZATI, OLTRE I 40 ANNI4) DISPERATO, CHIEDE DI ESSERE ARRESTATO5) COPPA CARNEVALE RIMANDATA ALL'ESTATEBACKGROUND MUSICTitle: Monolith (Argofox release)Author: ErioLicense: Creative Commons AttributionLinks: youtu.be/_oivKNpHNEEhttps://soundcloud.com/argofox/erio-monolithI LINK AGLI ARTICOLIhttps://www.lanazione.it/firenze/cronaca/morto-studente-precipitato-finestra-1.6053730https://www.lanazione.it/firenze/cronaca/firenze-studente-precipita-dal-quarto-piano-e-muore-l-ipotesi-del-gioco-alcolico-1.6052066https://firenze.repubblica.it/cronaca/2021/02/22/news/toscana_turismo_prenotazioni_estate_2021-288734320/?rsshttps://iltirreno.gelocal.it/prato/cronaca/2021/02/22/news/matrimoni-quasi-dimezzati-nel-2020-e-ci-si-sposa-sempre-piu-tardi-a-40-anni-1.39940961https://www.pisatoday.it/cronaca/ragazzo-chiede-arresto-questura-pisa-21-febbraio-2021.htmlhttps://www.lanazione.it/viareggio/cronaca/viareggio-cup-calcio-rinvio-covid-1.6052604SCRIPTBuongiorno, buon pomeriggio, buonasera, ovunque voi siate, comunque ci ascoltiate, benvenuti ad una nuova puntata di What’s Up Tuscany, il podcast quotidiano dell’Arno dove troverete le notizie più curiose di oggi, Martedì 23 febbraio 2021, selezionate dalla nostra redazione. Vi invitiamo come al solito ad iscrivervi e condividere questo podcast sui vostri profili social, ci fareste davvero un grosso favore.Iniziamo oggi con gli aggiornamenti su una storia che aveva catturato l’attenzione dei fiorentini nella giornata di ieri, la morte di uno studente del Polimoda dopo esser precipitato dal quarto piano di un palazzo in pieno centro. Come riporta La Nazione, si tratta di Federico Schiraldi, 21enne di Monza, a Firenze per realizzare il suo sogno, lavorare nel mondo della moda. Nessuna certezza, per quella dovremo aspettare i risultati dell’autopsia, ma il sospetto è che a causare la morte del giovane studente sia stato un gioco alcoolico, una gara di shottini. Non è certo la prima volta che l’alcool causa la morte di studenti presenti nella capitale toscana. Stamattina sulla Nazione abbiamo trovato un articolo con alcuni degli incidenti successi in passato. Una lettura che riempie di tristezza, serate allegre che si trasformano in tragedia in un attimo. C’è lo studente che si butta per scherzo nell’Arno, il soldato USA che in preda ai fumi dell’alcool prova a saltare da un tetto all’altro, lo studente danese in gita che si butta dal ponte Vespucci dopo una serata in discoteca. Tragedie insensate, che risultano ancora più incomprensibili in un’epoca come la nostra, dove ogni morte sembra sempre più inaccettabile.Passiamo ad una notizia dal mondo dell’economia che abbiamo letto ieri sera sulla Repubblica, una volta tanto non all’insegna del più nero pessimismo. Secondo diversi operatori del settore degli affitti turistici, le prenotazioni per i mesi estivi nella nostra regione sarebbero aumentate del 50% rispetto al terribile 2020. Alessandra Signori, referente toscana di Property Managers Italia, sembra ottimista; “secondo AirBnB risultano molte prenotazioni per giugno, luglio e agosto. Si tratta di grandi gruppi di persone, per il 50% italiani, il resto europei che finalmente tornano a viaggiare, ottimismo derivato anche dal successo della campagna vaccinale in Inghilterra. A Firenze negli ultimi 30 giorni il 41% sono italiani, 9,9% tedeschi, 7,2% inglesi e 5,8% francesi. Sulla costa invece il 49,5% per il periodo luglio/settembre sono tedeschi”. Cambia la modalità di consumo: se prima il turista prenotava un appartamento a Firenze per poi visitare il territorio, ora si preferisce una casa in campagna o sulla costa, lontano dal caos. Sia quel che sia, basta che si torni a viaggiare e fornire una boccata d’ossigeno all’industria del turismo prima che sia troppo tardi.Ci spostiamo ora a Prato, dove ieri sera abbiamo letto un articolo sull’edizione locale del Tirreno che ci ha fatto riflettere. Secondo il
Pubblicato:
23 feb 2021
Formato:
Episodio podcast

Titoli di questa serie (100)

Ogni venerdì il podcast dell'Arno vi racconta la nostra regione una storia alla volta, andando oltre le prime pagine, più in profondità. Forse non saranno le notizie più importanti ma quelle che ci aiutano a vedere la realtà attraverso una lente diversa, parlando con persone che possano aiutarci a capire meglio cosa renda questo territorio unico.Uno sguardo sulla Toscana dedicato a chi ci vive, a chi vive lontano e a tutti quelli che amano questa straordinaria, contraddittoria regione.Condotto da Luca Bocci e disponibile ogni venerdì alle 12