Scopri milioni di eBook, audiolibri e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

L'innocente
L'innocente
L'innocente
Audiolibro9 ore

L'innocente

Scritto da Gabriele D'Annunzio

Narrato da Claudio Carini

Valutazione: 5 su 5 stelle

5/5

()

Info su questo audiolibro

Tutto il romanzo, narrato in prima persona, è la confessione di un infanticidio. Il protagonista, Tullio Hermil, è un giovane esteta vittima di una sensualità disperata che lo spinge a tradire più volte la moglie Giuliana. Le continue infedeltà del marito spingeranno Giuliana ad intrecciare una relazione con uno scrittore dell'epoca, certo Filippo Arborio. In seguito ad una grave malattia della moglie Tullio tenta un riavvicinamento che non riuscirà, anche a causa della scoperta che Giuliana aspetta un figlio, frutto della relazione con l'Arborio.
Una grave malattia di Giuliana spinge Tullio a tentare un riavvicinamento con la moglie. Consapevole che il tradimento di Giuliana è stato in gran parte causato dall'averla a lungo trascurata, Tullio decide di perdonare la moglie. Ma il suo odio si scaricherà però sul nascituro, che sarà poi accolto dalla famiglia come il sospirato erede.
Durante la gravidanza della moglie nella mente di Tullio matura la folle intenzione, anche con il tacito assenso di lei, di sopprimere "l'intruso". E una d'inverno lui provocherà la morte del piccolo Raimondo esponendolo alla fredda aria invernale.
Soltanto dopo un anno Tullio confesserà il suo delitto. Ma questa confessione non sarà fatta in un tribunale, ma sulle pagine di quello che diventerà uno tra i più celebri romanzi di D'Annunzio: "L'innocente".
Influenzato dalla grande letteratura russa, il romanzo è di fondamentale importanza per la comprensione di un autore che ha influenzato fortemente la letteratura e la vita politica e sociale dei primi decenni del 20° secolo.
LinguaItaliano
Data di uscita1 feb 2013
ISBN9781509484188
Autore

Gabriele D'Annunzio

Gabriele D’Annunzio (1863-1938) was an Italian poet, playwright, soldier, and political figure. Born in Pescara, Abruzzo, D’Annunzio was the son of the mayor, a wealthy landowner. He published his first book of poems at sixteen, launching his career as a leading Italian artist of his time. In 1891, he published his first novel, A Child of Pleasure, followed by Giovanni Episcopo (1891) and L’innocente (1892), which earned him a reputation among leading European critics as a member of the Italian avant-garde. By the end of the nineteenth century, he turned his efforts to writing for the stage with such tragedies as La Gioconda (1899) and Francesca da Rimini (1902). Radicalized during the First World War, D’Annunzio used his experience as a decorated fighter pilot to spread his increasingly nationalist ideology. In 1919, he spearheaded the takeover of the city of Fiume, which had been ceded at the Paris Peace Conference. As the leader of the Italian Regency of Carnaro, he sought to establish an independent authoritarian state and to support other separatist movements around the globe, but was forced to surrender to Italy in December 1920. Despite his failure, D’Annunzio inspired Mussolini’s National Fascist Party, which built on the violent tactics and corporatist system advocated by the poet and his allies. Toward the end of his life, D’Annunzio was named Prince of Montenevoso by King Victor Emmanuel III and served as the president of the Royal Academy of Italy.

Correlato a L'innocente

Audiolibri correlati

Narrativa generale per voi