Nautica

L’ Epopea di Tabarka

L’idea di ripercorrere l’avventura della famiglia Lomellini in Tunisia, per ricordare i legami che Genova ha mantenuto con questo Paese, era da tempo coltivata da uno dei loro discendenti, il cui nome fa aperto riferimento a queste vicende: Enrico Ottonello Lomellini di Tabarca.

Il modo più efficace di ricordare questa storia è sembrato quello di mettersi al timone di una flottiglia di velieri e di ripercorrere la rotta della comunità dei pegliesi, che dapprima si stabilirono a Tabarka e che, dopo due secoli, si trasferirono a Carloforte, dove ancor oggi mantengono ben vive le tracce delle loro origini liguri, nella lingua, nel modo di vivere e nella gastronomia.

La proposta è stata accolta con interesse dal Comune di Genova e dal Ministero del Turismo di Tunisi che, per l’occasione, ha offerto la collaborazione del sindaco di Tabarka e delle associazioni locali. Tra queste, ha svolto un ruolo centrale , presieduta dall’infaticabile Monique Longerstay, un’archeologa belga-tunisina che da anni si batte perché l’UNESCO riconosca come patrimonio immateriale dell’umanità “l’eredità culturale dell’avventura storica dei tabarchini”. Oltre che dalle motivazioni storiche e dai fruttuosi progetti di cooperazione sviluppati con l’Italia, i tunisini sono spinti dalla volontà di far conoscere, e valorizzare, la regione occidentale del Paese, che da noi è largamente sconosciuta. Gli aspetti organizzativi dell’evento hanno poi visto il coinvolgimento operativo della sezione della di Sestri Ponente e di Tunisi. Questa, presieduta da Francesco Lo Iudice, è conosciuta anche nel nostro Paese per aver promosso negli anni scorsi regate della vela latina, coinvolgendo anche

Stai leggendo un'anteprima, iscriviti per leggere tutto.

Altro da Nautica

Nautica7 min letti
La legge “Salvamare”
Anche per questo mese la nostra attenzione è incentrata sull'ambiente marino. Il 25 giugno 2022, un po’ in sordina direi, dopo un iter di quattro anni è entrata in vigore la legge 17 maggio 2022, n. 60 recante "Disposizioni per il recupero dei rifiut
Nautica3 min letti
Fissati Limiti UE All’inquinamento Acustico Marino
Balene, delfini e altri abitanti di quello che il grande oceanografo francese Jacques-Yves Cousteau definì “il mondo del silenzio” potranno contare su un’arma in più per limitare la propagazione dei suoni diffusi sott’acqua dalle attività umane che,
Nautica2 min letti
Zar 130 Imagine
Di Maxi Rib oltre i 12 metri se ne sono già visti molti. Battelli eccellenti, certamente anche spettacolari, ma non sempre in grado di mantenere le caratteristiche tecniche proprie di un gommone. Ed è questo uno degli aspetti più significativi colti

Libri e audiolibri correlati