Scopri milioni di eBook, audiolibri e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Trattato sulla tolleranza
Trattato sulla tolleranza
Trattato sulla tolleranza
E-book153 pagine2 ore

Trattato sulla tolleranza

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Cura e traduzione di Palmiro Togliatti

Edizione integrale

Pubblicato nel 1763, il Trattato sulla tolleranza è forse il più famoso tra le opere di Voltaire. È una riflessione sulla libertà di credo, sul rispetto delle opinioni e sui cardini di quella che definiremmo società civile. A ispirare questo celebre libello era stato il caso Calas (1762). Marc-Antoine Calas, figlio di un commerciante protestante ugonotto, era stato trovato impiccato e per il suo assassinio era stato imprigionato, giudicato e condannato a morte per tortura il padre, sulla base di un processo indiziario: l’uomo avrebbe ucciso il figlio perché questi aveva intenzione di convertirsi al cattolicesimo. La società, intendendo condannarlo, aveva cavalcato il fanatismo religioso, fino all’uccisione di un innocente (il figlio in verità si era suicidato). In favore della ragione e di una giustizia che sappia adoperare la carità e l’indulgenza contro ogni abuso della morale religiosa parla Voltaire. «Se si considerano le guerre di religione, i quaranta scismi dei papi che sono stati quasi tutti sanguinosi, le menzogne, che sono state quasi tutte funeste, gli odi inconciliabili accesi dalle differenze di opinione; se si considerano tutti i mali prodotti dal falso zelo, gli uomini da molto tempo hanno avuto il loro inferno su questa terra».

Come nella Francia del XVIII secolo, la presenza di forti contrasti ideologici-religiosi ai giorni nostri rende attuale, e quanto mai indispensabile, la lettura o la rilettura di uno dei capisaldi della filosofia di tutti i tempi.

«La tolleranza è una conseguenza necessaria della nostra condizione umana. Siamo tutti figli della fragilità: fallibili e inclini all’errore. Non resta dunque che perdonarci vicendevolmente le nostre follie».

Voltaire

Voltaire

François-Marie Arouet, che nel 1718 assumerà lo pseudonimo di Voltaire, nacque a Parigi nel 1694. Nel 1718 era già un celebre tragediografo; nel 1726, come conseguenza di un duello, conobbe la Bastiglia e l’esilio in Inghilterra; dopo una vita intensa condotta tra fughe, amicizie regali, studi e impegno civile contro l’intolleranza e l’ingiustizia, nell’aprile del 1778 tornò a Parigi ma morì quasi subito, il 30 maggio 1778. Scrisse opere storiche, poemi epici, libelli polemici, versi d’occasione, prose filosofiche e letterarie. Di Voltaire la Newton Compton ha pubblicato Dizionario filosofico; Candido – L’ingenuo – Zadid – Micromegas e il volume unico Tutti i romanzi e i racconti e Dizionario filosofico.
LinguaItaliano
Data di uscita27 mar 2015
ISBN9788854181861
Autore

- Voltaire

Born in Paris in 1694, François-Marie Arouet, who would later go by the nom-de-plume Voltaire, was a French Enlightenment philosopher, poet, historian, and author. Voltaire’s writing was often controversial, and in 1715 he was sent into his first exile in Tulle after a writing a satirical piece about the Duke of Orleans, the Regent of France. It was during this time that he produced his first major work, the play Oedipus. Although allowed to return to Paris a year later, Voltaire’s writing continued to land him in trouble. He was jailed in the Bastille two more times and was exiled from Paris for a good portion of his life. Throughout these troubles, Voltaire continued to write, producing works of poetry, a number of plays, and some historical and political texts. His most famous work is the satirical novel Candide, and many of his plays, including Oedipus and Socrates, are still performed today. Voltaire died in 1778.

Autori correlati

Correlato a Trattato sulla tolleranza

Titoli di questa serie (100)

Visualizza altri

Ebook correlati